Skip to content


10.04.2015 Clr presenta Zami di Audre Lorde

Venerdì 10 aprile 2015, alle 18.00, il Coordinamento Lesbiche Romane presenta il libro Zami. Così riscrivo il mio nome, di Audre Lorde. Intervengono: Liana Borghi, Simonetta Spinelli, Elena Biagini, Nancy Sciuto. L’evento, rivolto solo alle donne, si svolge alla sala Simonetta Tosi della Casa internazionale delle donne di Roma, in via san Francesco di Sales 1/a.
Colgo l’occasione per segnalare che il Martedì autogestito da femministe e lesbiche di Radio Ondarossa sta proponendo un ciclo di trasmissioni dedicato proprio alla rilettura di Zami, tutte le puntate andate in onda finora si possono ascoltare qui.

Sinossi: Zami, una parola carriacou per donne che lavorano insieme come amiche e amanti. Dai vividi ricordi dell’infanzia a Harlem alle lotte per i diritti civili agli incontri nei bar lesbo-gay degli anni Cinquanta, la prima vita della poeta e scrittrice afroamericana Audre Lorde (1934-1992) prende forma intrecciando racconti, sogni e storia con il sostrato mitico di culture afrocaraibiche. Il suo divenire complesso tra lingua e realtà mentre esplora criticamente i confini incerti, contestati e disciplinati tra genere, razza e sessualità, produce un manifesto per una politica dell’erotico di donne che si identificano con le donne. Zami si offre come un antefatto autobiografico degli interventi politici, dei saggi e delle poesie prodotti da Lorde durante il suo percorso di attivista guerriera “afro-caraibica-americana-lesbofemminista” negli anni Settanta e Ottanta.

Posted in in città, in libreria, roma.

Tagged with , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.