Skip to content


contatti

per contattarmi basta compilare il modulo per i commenti qui sotto


19 Responses

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

  1. sonia says

    ciao giulia, grazie per il tuo interesse! ti scrivo subito in privato così potrai farmi tutte le domande che desideri. a presto
    sonia

  2. Giulia says

    Gentile Sonia,

    sono una laureanda in lettere all’università di Bologna nonché interessata lettrice del suo blog. Ho impiegato alcuni mesi prima di scriverle perché avrei piacere di condividere con lei alcuni pensieri riguardo al lavoro di tesi che sto iniziando ma che riguarda un argomento da lei affrontato diversi anni fa, relativo al rapporto tra oralità e scrittura nelle Fiabe italiane di Calvino.
    Cosciente che sia passato diverso tempo ma essendo il suo articolo fondamentale per il mio progetto, mi chiedevo se potessi farle qualche domanda e chiederle qualche consiglio.
    Qualora fosse invece impossibile la ringrazio comunque per gli splendidi articoli da lei pubblicati.

    Giulia

  3. sonia says

    Certo che mi ricordo! Mi fa molto piacere sapere che continui a lavorare su queste questioni.
    Ti scrivo subito in privato
    sonia

  4. Clémentine Terra says

    Cara Sonia,

    Complimenti per il suo blog che è sempre molto interessante.
    Non so se si ricorda di me, mi chiamo Clémentine, studente.ssa francese. Avevo seguito il suo corso sul feminismo nero, intersezionalità e critica postcoloniale alla Sapienza nel 2015.
    Oggi sono sempre all’università, sto faccendo la magisrale in Studi Culturali. Sto scrivendo la tesi sulle rappresentazioni della donna Nera nella cultura coloniale e postcoloniale italiana. Vorrei sapere se sarebbe possibile chierderle alcuni consigli in privato?

    Grazie mille e spero a presto.

    Un caro saluto.

    Clém.

  5. sonia says

    cara Barbara, scusami per il ritardo con cui ti rispondo, come forse avrai notato questo blog è stato inattivo per un bel po’ di tempo ma ora vorrei ricominciare ad aggiornarlo.
    possiamo darci del tu?
    intanto ho firmato la tua petizione e proverò a far girare anche io la notizia.
    forse non servirà a ottenere il risultato (eliminare l’immagine razzista) ma sicuramente è sempre utile prendere la parola e contribuire a diffondere consapevolezza.
    ti ringrazio molto per la segnalazione.
    sonia

  6. barbara trapani says

    Le scrivo per chiederle il suo aiuto e consiglio.
    Durante una recente vacanza in Italia (sono residente a Londra oramai da 11 anni) mi sono recata in un negozio Venchi per acquistare dei cioccolatini da condividere con le mie colleghe.
    Nel negozio ho trovato un prodotto che si chiama nougatina, che ho riconosciuto dall’infanzia. Senza pensare l’ho acquistato e impacchettato l’ho portato in ufficio.

    E’ stato solo a quel punto, e anche grazie alla reazione delle mie colleghe, che ho guardato bene cosa avevo acquistato. La carta del prodotto riproduce un volto nero caricaturale, conosciuto in gran bretagna come golliwog (gia’ oggetto di battaglia legale contro una ditta di marmellate chiamata Robertson molte anni fa che la usava sull’etichetta).

    Sono rimasta mortificata nel vedere cosa avevo comprato. E anche sorpresa da me stessa, e dalla profondita’ della mia desinsibilizzazione al razzismo quotidiano.
    Soprattutto perche’ (prevalentemente per la composizione della mia famiglia) penso al razzismo e al razzismo istituzionale tutti i giorni.

    Ho deciso allora di scrivere alla Venchi, al customer care, molto stupidamente pensando che forse non ci avessero fatto caso (un altro segno della mia desinsibilizzazione al razzismo istituzionale).
    La Venchi mi ha risposto, ovviamente negando che ci fosse alcun che di offensivo nel loro marchio.
    Insomma, c’e’ stato un poco formativo scambio epistolare e alla fine ho deciso di iniziare una petizione, non penche’ io sia una fan di questo canale di attivismo, ma perche’ mi sembrava un modo semplice per mettere un po’ di pressione su una compagnia.

    Ho lanciato la petizione su change.org e l’ho condivisa su facebook e tra amici e conoscenti.
    Un altro segno della mia ignoranza (e del mio privilegio) e’ stata la mia sopresa alle reazioni: poco supporto e molta aggressione.
    In uno spettro, da coloro che ci sono subito sentiti in diritto di spiegarmi che l’immagine non era offensiva (ovviamente tutti bianchi e per lo piu’ maschi) agli insulti personali sulla mia igiene mentale.

    La petizione dopo una settimana ha ancora solo 99 firme (e’ qui https://www.change.org/p/daniele-ferrero-venchi-ceo-togliere-l-immagine-razzista-dalle-caramelle-nougatine-della-venchi?recruiter=38243041&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=share_petition&utm_term=share_petition )

    Ho contattato nel frattempo la Race and Equality Commission, poiche’ la Venchi ha aperto 4 negozi a Londra e alcune giornaliste in UK.
    Sto cercando un modo per dare piu’ visibilita’ alla questione e mettere piu’ pressione alla Venchi e mi chiedevo se lei potesse aiutarmi e consigliarmi.

    Grazie per l’attenzione,

    Barbara Trapani

  7. Gerhild Fuchs says

    Gentile collega,

    Le scrivo tramite il suo blog perché non sono riuscita a trovare un indirizzo email – mi scusi!
    Essendo a conoscenza della sua attività di ricerca nell’ambito della popular music italiana, mi permetto di contattarLa per attirare la sua attenzione sulla rivista elettronica ATeM – Archives of Text and Music Studies:
    https://webapp.uibk.ac.at/ojs2/index.php/ATeM/index.
    La rivista esiste da un anno, il primo numero è stato pubblicato nel dicembre 2016 e il prossimo numero è in fase di progettazione per dicembre 2017. Le mie due co-editrici ed io saremmo molto liete se potessimo ottenere la sua adesione per questo secondo numero, oppure per uno dei numeri futuri. I numeri per ora non sono tematici, per cui è possibile sottomettere qualsiasi articolo che tratti delle interazioni tra musica e testo (nonché, evidentemente, l’arte dell’interpretazione) sia nell’ambito della popular music sia in quello della musica colta o della musica popolare. In conformità alle esigenze scientifiche di una rivista specializzata, gli articoli scientifici vengono sottoposti ad un processo di perizie del tipo “double blind peer review”. Ma naturalmente la rivista pubblica anche delle recensioni (di libri o di CD ecc.) o dei resoconti di congressi, progetti, concerti e altro.
    Colgo l’occasione per informarLa ugualmente che l’università di Innsbruck dispone di un grande archivio dedicato, per l’appunto, alla ricerca delle espressioni artistiche in cui testo e musica si combinano. Ecco il nostro sito:
    https://www.uibk.ac.at/romanistik/institut/textmusik-in-der-romania/
    (disponibile anche in lingua francese).
    Sarei davvero contenta se potessimo contarLa tra i futuri autori della nostra rivista!
    Cordiali saluti,

    Gerhild Fuchs
    a nome delle co-editrici Birgit Mertz-Baumgartner e Ursula Moser

    A.Univ.-Prof. Mag. Dr. Gerhild Fuchs
    Institut für Romanistik
    Leopold-Franzens-Universität
    Innrain 52
    A-6020 Innsbruck
    Tel.: 0043-512-507-4218

  8. Maria Zannini says

    Gentilissima Sonia,
    siamo un progetto di ricerca presso l’università di Mannheim (Germania) e Sue entusiaste lettrici. Saremmo liete di presentarLe le nostre attività in vista di una proficua collaborazione. Avremmo inoltre un Call for Abstracts da proporLe per eventuale divulgazione.
    Liete di poterLe fornire maggiori informazioni via mail,
    La salutiamo caramente
    Steffi e Maria

  9. Antonio Salvati says

    Gentilissima dott.ssa Sabelli,
    mi chiamo Antonio Salvati ed organizzo a Palmi il Festival della Letteratura e del Diritto.
    Vorrei contattarla per una sua partecipazione all’edizione 2017, il cui tema è strettamente correlato al concetto di identità.
    Il mio indirizzo email è: pappece@virgilio.it.
    Resto in attesa di un suo riscontro: a presto!

  10. Carolina says

    Gentile Sonia,

    sono una ex-studentessa dell’Università di Bologna, sto attualmente lavorando per una tesi a Parigi sulle traduzioni e le ricezioni in Italia del Black Feminism, le scrivo per sapere se potevamo metterci in contatto. Seguo sempre peraltro il suo blog! La ringrazio e buona serata

    Carolina

  11. sonia says

    Cara Mariangela, grazie per avermi scritto. Ti rispondo direttamente al tuo indirizzo e-mail, così vediamo se posso esserti utile. Intanto buon lavoro!
    sonia

  12. Mariangela says

    Sono una studentessa che sta scrivendo una tesi di laurea magistrale sull’intersezione razzismo sessismo. Mi farebbe davvero piacere se potesse darmi qualche suggerimento :)

  13. sonia says

    grazie per aver apprezzato questo spazio e grazie anche per l’invito.
    ti contatto io via e-mail così pui mandarmi tutti i dettagli.
    sonia

  14. Mattia says

    Cara Sonia,

    Ti scrivo sul tuo blog meraviglioso per invitarti ad un appuntamento che stiamo organizzando all’ Università Orientale di Napoli con Miguel Mellino. L’appuntamento è per il 29 maggio alle ore 15 all’ Università Orientale di Napoli, il titolo dell’iniziativa è “OLTRE LA CITTADINANZA, OLTRE LO SPAZIO EUROPEO”. Abbiamo scritto una pagina che chiarifica e argomenta al meglio le nostre intenzioni. Volevo mandarti il tutto per mail ma purtroppo non sono riuscito a trovarla. Ci piacerebbe molto che tu ci fossi per articolare un tuo argomento in merito agli argomenti che vogliamo trattare, sempre secondo un tuo punto di vista.

    Un grande saluto

    Mattia

  15. sonia says

    cara erica, ma certo, il tuo progetto mi interessa molto.
    ti scrivo subito così ne possiamo parlare via e-mail.
    sonia

  16. Erica Armani says

    *intersectionality

  17. Erica Armani says

    Gentile Sonia,

    sono una laureanda in filosofia e sto iniziando un lavoro di tesi sul black feminism e, marginalmente, il femminismo postcoloniale, concentrandomi soprattutto sul concetto di “intersetionality”. Avendo trovato molto interessante il lavoro che stai svoglendo su questo blog, vorrei chiederti se fosse possibile chiederti dei consigli in privato (per mail?).

    Ti ringrazio e saluto.

    Erica.

  18. sonia says

    cara edvige, che piacere sentirti!
    mi ricordo bene della traduzione del tuo bel saggio, ma purtroppo credo che alla fine non sia mai stata pubblicata (ti scrivo in privato per i dettagli).
    intanto grazie per aver visitato il mio blog!
    sonia

  19. Edvige Giunta says

    Cara Sonia,

    Molto interessante questo blog!
    diversi anni fa hai fatto una bella traduzione di un mio saggio, Figlie di
    Persefone. Sai per caso se e’ mai stato pubblicato?

    Grazie e affettuosi saluti,

    Edvige



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.